domenica 31 gennaio 2021

Le nostre azioni



L'impegno attivo dei volontari


Le persone che decidono di impegnarsi nel progetto di salvataggio dei rospi di Lentate (Sesto Calende) e Melissa (Golasecca) sono chiamate a dare il loro contributo una o due sere alla settimana per un periodo di tempo che va da fine gennaio - metà febbraio (a seconda del meteo) sino ad aprile. La fascia oraria delle attività va dall’imbrunire (circa mezz’ora dopo il tramonto) sino circa alle otto di sera, per le giornate asciutte o fredde. Tuttavia, quando piove è probabile che il flusso di rane, salamandre e rospi non si interrompa così presto: sarà quindi necessario rimanere un po’ di più. Si tratta di serate cruciali, in cui la presenza adeguata di volontari può evitare vere e proprie stragi.

Gli anfibi raccolti e trasportati nel luogo di rilascio verranno qui determinati (specie e sesso) e i dati serali passati al coordinatore delle attività. Per chi fosse disponibile, è molto gradita anche la presenza per l’installazione delle barriere, prima che inizi la migrazione, e la loro rimozione alla fine delle attività. Queste operazioni avvengono generalmente nei fine settimana. Sembra difficile? Niente affatto, perché ogni nuovo volontario affiancherà un volontario esperto, in modo da apprendere velocemente i trucchi del mestiere. Sembra un impegno gravoso? In alcuni momenti lo è, inutile nasconderlo, ma raccogliere una coppia di rospi sul ciglio della strada, salvandoli da morte quasi certa, ripaga di tutto il nostro impegno.

mercoledì 27 gennaio 2021

Chi siamo


 L’associazione Tutela Anfibi Basso Verbano odv non ha scopo di lucro e persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale. In particolare lo scopo sociale è la protezione degli anfibi, la difesa della natura, la conservazione della biodiversità e la promozione della cultura ecologica. L’associazione protegge primariamente, ma non esclusivamente, gli anfibi e ne promuove la conoscenza, per il loro grande significato biologico, ecologico, ambientale e culturale e per la capacità che hanno di indicarci lo stato di salute dell’ambiente.

L’associazione si impegna quindi per contrastare il declino degli anfibi, tenuto conto che l'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) e altri prestigiosi soggetti della comunità scientifica indicano che un terzo di tutte le specie di anfibi sono catalogate come "a rischio": una molteplicità di fattori sta gravemente minacciando le popolazioni di anfibi in tutto il mondo.

La principale attività dell'associazione è la raccolta anfibi lungo i tratti di attraversamento stradale durante il periodo degli spostamenti riproduttivi, tra fine inverno e inizio primavera.

E' giunto il momento di montare le barriere per salvare gli anfibi. Serve aiuto!

  La stagione delle migrazioni è alle porte. Le temperature meno rigide di questi giorni e le imminenti piogge fanno presagire l'inizio ...